sicurezza

Come disabilitare SMBv1

L'attacco di WannaCry ha ribadito ancora una volta che la sicurezza informatica è essenziale.

Uno dei consigli per difendersi da WannaCry e da altri malware che potrebbero sfruttare le stesse vulnerabilità è quello di disabilitare l'SMBv1, la vecchia versione del protocollo Server Message Block versione 1 usato per la condivisione dei file dalle macchine Windows.

Come disabilitare SMBv1 su Windows Server 2012 R2 e Windows Server 2016

TRAMITE SERVER MANAGER

WannaCry, il malware ibrido.

Wannacry ransomware

Venerdì 12 maggio molte aziende sono state infettate da WannaCry, un malware che si è diffuso rapidamente soprattutto in Russia, India e Taiwan. Ha infettato anche diversi ospedali nel Regno Unito che si sono trovati bloccati nelle loro operazioni.
Wannacry si è diffuso in tutto il mondo e il numero di infezioni stimate è superiore a trecentomila.

Come gestire le password salvate in Google Chrome

chrome smart lock

Google Chrome è il browser più utilizzato al momento. Tra le sue tante funzionalità ne ha una molto comoda per il salvataggio automatico delle password inserite durante la navigazione. Si può però aver bisogno di recuperare o eliminare le password salvate.

Ci sono due modi per farlo, dalle impostazioni del browser o dal proprio account Google, se le impostazioni di Chrome sono state memorizzate. Il secondo metodo è molto utile se non fosse possibile utilizzare il proprio computer.

Correggere l'errore "Setup is already running. Please try to start the setup later." di Avast

avast logo

Avast è uno dei più famosi antivirus, disponibile in due versioni a pagamento e una gratuita, con 230 milioni di utenti al mondo (dati dal loro sito).

Quando si prova a disinstallare Avast dal proprio computer può presentarsi una finestra d'errore che dice "Setup is already running. Please try to start the setup later" e il processo di rimozione non si avvia.

Il tasto View log apre il visualizzatore di log di Avast ma senza dare nessuna informazione utile per la risoluzione del problema.

Il nuovo tool anti-ransomware di Kaspersky Lab

Kaspersky anti-ransomware tool

Negli ultimi anni sono stati messi in circolazione molti ransomware, da quelli banali (ad es. il virus della Polizia di Stato) ai cryptovirus. Questi ultimi stanno creando un sacco di problemi ad utenti ed aziende perchè bloccano l'accesso ai file.

I ransomware sono così chiamati perchè chiedono un riscatto per sbloccare il computer infetto.

Il continuo evolversi di questi virus e il grande numero di versioni in circolazione rendono difficile una protezione completa da parte degli antivirus.

Cryptovirus, alcune soluzioni.

cryptovirus

Abbiamo già parlato della prima versione di Cryptolocker in questo articolo descrivendo come lavora e come proteggersi.
Purtroppo sono state messe in circolazione molte versioni diverse di ransomware che rendono difficile una prevenzione efficace degli attacchi.

Il nostro consiglio è comunque sempre quello di affidarsi a professionisti IT per farsi consigliare delle strategie di prevenzione, disaster recovery e business continuity efficaci.

Come fare i backup in automatico

Come tutti ormai sappiamo è molto importante avere una copia dei file importanti presenti sul nostro PC per poterli recuperare in caso di rotture del disco o furto/smarrimento del computer.

Il metodo che utilizziamo oggi si basa sul software Cobian Backup, scaricabile gratuitamente dal loro sito.

Dopo aver scaricato l'ultima versione possiamo installarla sul nostro computer tenendo le impostazioni predefinite del setup.

Pagine